sabato 25 agosto 2012

CIAO SERGIO

Ciao Vecitors, rieccomi a postare dopo un po' di fermo estate, che brutto ritornare dalle vacanze e apprendere la notizia che un altro grande del fumetto se ne è andato, prima Moebius a marzo, adesso Sergio Toppi.
Sergio Toppi non era solo un fumettista e un illustratore ma un Artista con la A maiuscola dal tratto inconfondibile. Nonostante la sua grande fama era una persona umile, come poche se ne trovano al giorno d'oggi. Ho avuto il privilegio di poterlo incontrare l'anno scorso alla fiera del fumetto di Milano, si trovava in un stand piccolo e nascosto, canticchiava sereno mentre disegnava, non ci potevo credere quando l'ho visto, non era stato pubblicizzato da nessuna parte che sarebbe stato ospite, così non potevo perdere l'occasione di farmi fare un disegno dal grande maestro.
Mi sono messa in fila ma ho chiesto al ragazzo che c'era allo stand se poteva farmelo subito, altrimenti avrei perso il treno per il rientro. Su dei piccoli post-it c'erano scritti i nomi per le dediche, su uno di questi c'era anche il mio, ogni volta che Toppi aveva fra le mani il mio libretto da autografare con il mio nome scritto su un bigliettino, leggeva perplesso " Veci... mah" e lo rimetteva sotto... e io, glielo riposizionavo in cima agli altri albi, ha fatto così almeno 2 volte, evidentemente non gli piaceva il mio nome, finchè gli ho detto, "Può farmelo ora, altrimenti perdo il treno", e mi ha detto: " Sei tu Veci?" Gli ho risposto che era il mio soprannome e si è messo all'opera, nel mentre, pensando che non mi sentisse, dato che era avanti con l'età, mi è scappata qualche battutina come al mio solito, perchè non so tenere la mia boccaccia chiusa, (niente di offensivo eh!) mi ha sentito e mi ha pure risposto, ho fatto io la figura della rimbambita! Poi abbiamo chiacchierato un po', gli ho parlato del mio fumetto e mi ha fatto un in bocca al lupo prima di andarmene e ci siamo stretti la mano.
Questo è il mio ricordo di Sergio Toppi, una persona squisita, mi rattrista molto la notizia della sua morte ma mi consola il fatto che la sua arte rimarrà immortale, qui sotto la dedica che mi ha fatto.
Ciao Sergio


Nessun commento: